La lavorazione del vetro a lume

lavorazione del vetro a lume

 

La lavorazione del vetro a lume è tra le più antiche e più conosciute forme di lavorazione del vetro di Murano, applicata già nel Rinascimento a Venezia e poi sviluppata nel XVIII secolo.   Viene eseguita utilizzando il “lume”, una fiammella alimentata a gas con la quale si fondono e si  modellano con l’ausilio di piccoli strumenti, dei semilavorati sotto forma di tubi e bacchette di diversi diametri e spessori, creando continuamente abbinamenti di forme e di colori sempre nuovi.

E’ una tecnica molto laboriosa che richiede tantissima abilità e pazienza. Il mastro vetraio, con la fiamma che raggiunge temperature molto alte, fonde e mescola le diverse tipologie di vetro e foglie di oro e argento, per creare delle forme e dei colori sempre differenti.

Attraverso la modellazione del vetro a cannello si possono creare sculture, figure o gioielli, oggetti tra i piu svariati e particolari come possono essere le nostre produzioni erotiche.  La miscela di gas e aria permette di ottenere decori più delicati, l segreto della lavorazione del vetro a lume sta nella tecnica e nella creatività.